Nuova Audi A6. Nuove tecnologie di avanzamento per inerzia

di Daniele Pace Commenta

Audi A6

La nuova Audi A6 viene svelata, e in particolare i suoi nuovi sistemi di avanzamento per inerzia tra i 50 e i 160 km/h. Una vera rivoluzione nel mondo automobilistico. Arriva infatti il Mild-hybrid, che consente alla A6 di avanzare per inerzia, grazie ad un alternatore-starter a cinghia (RSG) e una batteria agli ioni di litio. Sarà come andare in barca a vela.
Sempre in nome dell’ambiente e del risparmi, la A6 è dotata anche di start/stop con riavvio “predittivo” con i suoi simili, per il momento le altre A6. Basta che un’auto avanti abbia lo stesso sistema, che il suo movimento riaccende il motore.

Il motore

Motore che è un V6 con RSG per il recupero di potenza in decelerazione fino a 12 kW. Sempre per la riduzione dei consumi, è montato il sistema MHEV (consumi ridotti fino a 0,7 litri per 100 km). Quattro i motori: TFSI e tre TDI (da 204 a 340 CV). Il benzina è un 3.0 TFSI è un turbo V6 da 340 CV.
Naturalmente di serie i sistemi di assistenza parcheggio Park Pilot e Garage Pilot, l’assistenza agli incroci City e assistenza alla guida adattivo (adaptive cruise control+efficiency assistant) per il Tour. Basta scegliere il pacchetto.

La gestione

Questi sistemi sono gestiti dal device centrale di controllo zFAS, con sensori radar, telecamere, sensori a ultrasuoni e scanner laser.
Poi il sistema di comando MMI touch response, per memorizzare le proprie preferenze quando si deve condividere l’auto, per esempio in azienda.
Per l’aerodinamica il cx è di solo 0,24. Poi la climatizzazione Air Quality con sistema di profumazione, ionizzazione e filtro sostanze nocive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>