Cambiano le regole dei crash test

di Alba D'Alberto Commenta

EuroNCAP ha definito un nuovo protocollo per i crash test, in pratica sono previsti due giudizi diversi per l’auto con equipaggiamento base e con tutti i sistemi di sicurezza.

Le prime auto che hanno ottenuto una valutazione consona secondo i nuovi sistemi di valutazione dell’EuroNCAP sono le Suzuki Baleno e le Toyota Prius. EuroNCAP, ente europeo che sottopone le vetture a crash test per valutare il grado di sicurezza offerta, ha organizzato subito delle nuove sessioni  ma qual è la novità?

alvolante1

Di nuovo c’è il “dual rating” che – come spiega Al Volante, è “un sistema di valutazione considerato più approfondito e trasparente, in quanto analizza sia le automobili in versione base che quelle più sicure e meglio equipaggiate”.

Questo vuol dire che gli esperti dell’ente dovranno d’ora in poi fornire due giudizi, uno che riguarda i sistemi di sicurezza montati di serie su tutte le versioni a listino, l’altro basato sulle valutazioni ottenute quando montato un pacchetto di accessori a richiesta (ma disponibile su tutte le versioni a listino). Il risultato della duplice valutazione è un giudizio più trasparente e accurato che aiuta davvero gli automobilisti in fase di acquisto.

Vista l’importanza del tema sicurezza, è stato notato inoltre che moltissimi pacchetti offerti come “opzioni” stanno diventando economici al punto che sono cresciuti gli standard legati alla sicurezza attiva. Tanto per usare gli esempi già usati dalle riviste di settore, tra le opzioni più gettonate ci sono il freno automatico di emergenza o l’avviso di cambio di corsia, nonché lo specchio retrovisore con funzione antiabbagliamento.

Oggi le case automobilistiche possono scegliere se sottoporre le nuove e vecchie auto anche a questo sistema di valutazione dual rating.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>