Rally di Monza a Rossi, così il mito rinasce dalle macerie del motogp

di Alba D'Alberto Commenta

Rossi ha aggiunto la quarta vittoria in carriera al Rally di Monza. Una vittoria importante dopo la perdita del titolo mondiale per un soffio. Ecco come un campione è rinato dalle sue ceneri. 

Il pesarese si è tolto una piccola soddisfazione battendo Neuville, considerato a ragione uno degli assi del Mondiale rally e portando a casa la quarta vittoria a Monza.

Valentino Rossi (Ford Fiesta) si è messo al volante con tutto il suo bagaglio di delusione recuperato a Valencia,  ma ha saputo consolarsi subito vincendo il Rally di Monza. Il pesarese, navigato come al solito da Carlo Cassina, è riuscito a tenersi dietro fino all’ultimo Thierry Neuville, uno dei fuoriclasse del Mondiale rally. Per Rossi è la quarta vittoria a Monza: in precedenza aveva vinto nel 2006 e nel 2007 su Ford Focus e nel 2012 su Ford Fiesta.

Ecco come la Gazzetta racconta il resto della competizione:

CAPOLAVORO — Valentino Rossi ha realizzato un vero e proprio capolavoro nelle speciali più lunghe. Neuville l’ha spuntata invece nelle prove corte, ma il belga è andato in crisi con le gomme e si è dovuto accontentare del secondo posto, pagando 52″3 di ritardo da Vale. Tony Cairoli è stato splendido protagonista fino all’ultima speciale: quando il secondo posto sembrava a portata di mano, è stato costretto al ritiro. Il terzo posto è andato quindi ai fratelli Brivio. Uccio Salucci, amico fraterno di Vale, ha chiuso in quinta posizione, mentre l’ex F.1 Tonio Liuzzi è decimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>