Il GP di Austin e le dichiarazioni di Vettel e Raikkonen

di Alba D'Alberto Commenta

Il GP di Austin è pieno di curve, adatto alle gare in rimonta. Forse è proprio per questo che piace molto a Vettel che per l’occasione ha deciso di usare il quinto motore che gli costerà una penalizzazione di 10 posti in griglia. Sul sito della Ferrari sono raccolte le dichiarazioni di Vettel e Raikkonen prima del GP di Austin dove il punto centrale è la presenza del ciclone che sta sconvolgendo i piani di tutte le scuderie.

Ecco cosa ha detto Raikkonen:

“Non c’è molto da dire di questa giornata di prove libere. Al mattino abbiamo fatto solo tre giri cronometrati per risparmiare gomme intermedie in vista della seconda sessione. Non ci sono molti pneumatici da bagnato a disposizione, e se si aspetta altra pioggia è meglio conservarli. Così la situazione è difficile, ma è identica per tutti. Per ora possiamo solo tirare a indovinare, vedremo cosa succederà domani e anche dopo, se non si riesce a guidare. Con queste condizioni meteo si possono prendere degli azzardi, ci sono più possibilità che salti fuori una gara a sorpresa, che può favorirti oppure danneggiarti. Peccato per tutti, per gli spettatori che non vedono nulla e per noi che non riusciamo a guidare in queste condizioni. Speriamo che almeno domenica migliori, in modo da poter fare qualifiche e gara. Quanto a noi cercheremo di fare le scelte giuste. Sono certo che abbiamo la velocità per recuperare posizioni al via”.

Ecco cosa ha detto invece Vettel che punta all’oro di Austin:

Ho già visto qualcosa del genere in passato. Ci fu un anno, in Canada, in cui la gara venne sospesa per molto tempo a causa della pioggia. Un’altra volta, in Giappone, fummo costretti a cancellare la qualifica il sabato e a spostarla alla domenica. E’ un peccato soprattutto per la gente che è venuta in circuito a vederci questo fine settimana, ma non possiamo farci molto. Dobbiamo rimanere calmi, prepararci per domani come un giorno qualsiasi. E’ chiaro che oggi non abbiamo imparato molto, ma vedremo cosa ci porterà domani. Siamo tutti nella stessa situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>