Bill Gates acquista una quota di AutoNation

di Alba D'Alberto Commenta

Il fondatore e proprietario di Microsoft Bill Gates investirà un’importante ‘fetta’ di danaro (pare si tratti per l’esattezza di 656 milioni di euro) nell’acquisto del 15,26% del capitale di AutoNation, la più grande catena di concessionarie di vetture degli Stati Uniti. Tra i 32 marchi che AutoNation vende agli americani in 15 Paesi diversi spiccano, oltre a Ford, GM e Chrysler, anche Fiat, Jeep e i marchi del lusso Acura, Infiniti, Lexus, Audi, Bmw e Mercedes, nonché le sportive Maserati e Porsche. Dal sito di AutoNation Fiat South Bay, nell’area di Los Angeles, si scopre ad esempio che il ‘venditore’ Bill propone una 500 Pop a 149 dollari al mese, cioè poco meno di 108 euro. Un affarone. Il mercato dell’auto, si evince da questa mosa, fa dunque ancora gola ai miliardari. Un buon segno per il mondo dei motori. Il magnate, considerato l’uomo più ricco del mondo, fa così il suo ingresso in questo comparto.

I dettagli della partecipazione di Bill Gates nel gruppo AutoNation sono stati per metà indicati da un giornalista che ha fornito valori e quote di tutte le partecipazioni delle due fondazioni, la Bill & Melinda Gates e la Cascade Investments, che sono di proprietà di Bill Gates e di sua moglie Melinda. AutoNation vanta inoltre negli Usa una rete di 267 dealer in cui lavorano circa 20mila persone. Nella scorsa estate il Gruppo ha festeggiato al New York Stock Exchange (dove è quotata con la sigla AN) la vendita della novemilionesima automobile dalla sua fondazione, che è avvenuta nel 1996 (come Maroone Automotive) per iniziativa dell’imprenditore H. Wayne Huizenga.

Tra i marchi in commercio presso AutoNation, curiosità, c’è come detto anche Fiat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>