BMW Serie 4 Coupé, arriva l’evoluzione della Serie 3

di marco mancini Commenta

La Serie 3 ormai ha fatto la sua parte ed è arrivato il momento di lasciare spazio ai giovani. Per la BMW l’auto giovane è rappresentata dalla Serie 4 Coupé che sembra tanto la “figlia” del modello precedente. Parte da lì come base per poi evolversi con delle caratteristiche proprie. È infatti un po’ più larga (18 cm in più) ed ha un passo maggiore, ma ha una linea più sportiva, appunto più giovanile. Le dimensioni sono 4.64 metri di lunghezza, 1,83 m di larghezza e 1,36 m di altezza.

Più bassa e slanciata grazie al cofano anteriore più lungo, mantiene però lo stile BMW grazie al doppio rene, ai doppi proiettori circolari e alle grosse prese d’aria nella zona anteriore. L’innovazione è invece rappresentata dal sistema Air Breather, che in italiano potrebbe avere un corrispettivo simile a “respiratore”, il quale appunto permette di gestire al meglio l’aerodinamicità delle ruote, riducendo la resistenza e quindi sforzando meno l’auto.

Il primo modello che entrerà in commercio sarà solo un due porte, non è chiaro se però successivamente arriverà anche quello a 5 porte, e sarà disponibile in versione 4 cilindri a benzina TwinPower Turbo di 2 litri da 245 CV per la 428i, da 6 cilindri, sempre a benzina TwinPower Turbo di 3 litri da 306 CV per la 435i, oppure a 4 cilindri diesel 2 litri da 184 CV per la 420d. Successivamente invece entreranno in commercio anche i modelli a benzina da 184 CV per la 420i e dai 6 cilindri a gasolio da 258 CV per la 430d, oppre da 313 CV per la 435d. Di serie i modelli avranno il cambio manuale a 6 marce, ma è possibile richiedere il cambio automatico ad 8 rapporti con il padlles sul volante.

Per quanto riguarda gli optional, al lancio saranno disponibili tre versioni Sport Line, Luxury Line e Modern Line, più un pacchetto M Sport. Tra le scelte spiccano la possibilità della trazione intelligente esclusiva di BMW denominata xDrive, la Brake Energy Regeneration che permette di recuperare energia in frenata, il sensore che avverte quando conviene passare da ECO  a PRO e viceversa, e poi navigatore satellitare 3D, Head-Up Display, Driving Assistant Plus, High Beam Assistant, Active Protection e Active Cruise Control, più la connessione Bluetooth per gli smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>