Moto, ABS ed Euro 4 obbligatori dal 2016

di marco mancini Commenta

moto abs euro 4 obbligatori

L’Unione Europea ha deciso di introdurre il sistema ABS (quello che evita il bloccaggio delle ruote in frenata per scongiurare la perdita di aderenza) anche per le moto. Tutti quelli di cilindrata superiore a 125 dal 2016 dovranno montarlo obbligatoriamente, mentre tutti gli altri si dovranno adeguare entro il 2019. I costruttori di motociclette pensavano di essere stati dimenticati dall’UE che ultimamente si stava concentrando particolarmente sulle problematiche delle automobili, ed invece ora anche loro vengono toccati.

Sulle auto l’ABS è diventato obbligatorio dal 2004 ed è stata una vera e propria salvezza dato che ha evitato migliaia di incidenti. Potrebbero esserlo ora ancora di più per le moto visto che il loro tasso di incidenti fa paura. Pur essendo solo il 2% dei veicoli circolanti nell’Unione Europea, sono rimaste coinvolte nel 16% degli incidenti. Il sistema ABS diventerà obbligatorio su tutte le moto (compresi tricicli e quadricicli) vendute dal concessionario tra poco più di tre anni, mentre quelle che non sono equipaggiate perché vendute precedentemente, non sono obbligate ad effettuare l’installazione. Anche se è fortemente consigliata.

Dato che l’Europa tiene molto alla sicurezza dei propri cittadini, a fianco di questi nuovi obblighi di legge pubblica anche dei “calorosi consigli” come l’installazione del CBS (sistema a frenata integrale), particolarmente indicato per gli scooter e le moto di piccola cilindrata perché ha più o meno la stessa utilità dell’ABS, ma è più economico. Infine, non potevano rimanere fuori le leggi sull’inquinamento atmosferico.

Proprio come le auto, anche i motociclisti dovranno stare attenti a quanto inquina il proprio mezzo. Per questo da giugno 2014 tutti i ciclomotori dovranno avere motori Euro 3, per poi arrivare a partire dal 1 gennaio 2016 quando tutti i motocicli (sopra i 50 cc) nuovi dovranno rispettare la normativa Euro 4, mentre i cinquantini, tricicli e quadricicli dovranno rispettarla a partire dal 2017. Dal 2020 invece questi ultimi dovranno appartenere alla classe Euro 5, a cui si dovranno adeguare anche le moto sopra i 50 cc dall’anno successivo.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>