Initiale Paris, il marchio di lusso della Renault

di Blogger Commenta

È tutto pronto per l’annuncio ufficiale del debutto al Salone di Parigi 2012 di Initiale Paris, il marchio di lusso della Renault, che vede la collaborazione con la Mercedes per gli inediti motori di cui sarà dotata. Per il momento non c’è nulla di ufficiale, a parlare è stato il Ministro per l’Industria francese Arnaud Montebourg che, nel corso di un’intervista, ha parlato dell’intensione di creare un marchio pronto ad affrontare la fascia di mercato più alta.

Il ministro anticipa: “La Renault sta per rivelare alcune importanti decisioni relative ai modelli dei segmenti più alti: dovrebbero comunicare il lancio di quattro nuove proposte per aggredire quella fetta di mercato”, ma la casa della Losanga non commenta, si limita a dire che l’unica novità sarà la Renault Espace, in programma per il 2014.

Mentre il ministro sembra esultare dei progetti, essendo lo stato proprietario del 15 per cento del marchio, i diretti interessati annunciano che sono impegnato del lancio della quarta generazione della Renault Clio e del debutto della Renaul Zoe, in programma per la fine dell’anno. Ma il desiderio di un marchio di prestigio è accarezzato da tempo, questo dovrebbe corrispondere all’Initiale Paris.

Carlos Tavares, direttore generale della Renault, spiega però che il progetto sarà composto di due fasi, nella prima ci sarà la realizzazione di versioni speciali della serie, prendendo spunto dall’operato della Citroën DS. In un secondo momento, arriveranno i modelli esclusivi, un po’ la stessa cosa della Nissa con il suo marchio di lusso Infiniti.

Initiale Paris nascerà anche grazie alla collaborazione con Mercedes che con Renaul ha stipulato un accordo per lo sviluppo delle future future Smart ForFour e Renault Twingo), alcune indiscrezioni dicono che la Casa di Stoccarda potrebbe mettere a disposizione la stessa piattaforma della nuova generazione della Classe C.

Negli anni scorsi Renault ci aveva già provato ad entrare in competizione per la fascia più alta di mercato, puntando all’Europa, da sempre territorio esclusivo di marchi che parlano tedesco, Audi, BMW e Mercedes. Ma l’Avantime, lanciata nel 2002, una monovolume a tre porte, non aveva riscontrato il favore del pubblico. Chissà che non sia la volta giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>