Mini John Cooper Works Countryman

di Blogger Commenta

Sarà esposta in anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2012 la versione sportiva della Mini John Cooper Works Countryman, a trazione integrale All4, la prima a poter essere abbinata al cambio automatico a 6 marce (proposto come optional). L’ultima della gamma composta da Berlina, Cabrio, Clubman, Coupé e Roadster, ad aver ricevuto una versione cattiva. Il motore a iniezione diretta di benzina è il 1.6 turbo, che eroga una potenza di 218 cavalli con una coppia di 280 Nm, in 7 secondi ha la capacità di raggiungere i 100 km/h partendo da ferma, la velocità massima raggiungibile è di 225 km/h, che diventano 223 con il cambio automatico. Nelle concessionarie la troveremo il prossimo autunno.

La Casa informa che il motore è stato “sviluppato completamente ex novo”, una serie di accorgimenti consente alla Mini John Cooper Works Countryman di consumare 7,2 litri per percorrere 100 km (8,0 con il cambio automatico), ed emissioni CO2 di 167 g/km (187 con l’automatico). La potenza massima si raggiunge a 6.100 giri/minuto, mentre il valore di coppia standard è pari a 280 Nm tra i 2.000 e i 5.600 giri. Il sistema Start&Stop è disponibile solo sulla versione manuale.

L’estetica della Mini John Cooper Works Countryman è decisamente accattivante, a partire dalla carrozzeria che prepone, a richiesta, la vernice in contrasto Chili Red per il tettuccio e gusci degli specchietti retrovisori. Aspetto sportivo ancor più evidenziato dai cerchi in lega da 18 pollici e dal kit aerodinamico. Volendo è possibile richiedere i cerchi da 19 pollici.

Le dotazioni della Mini John Cooper Works Countryman comprendono il sistema di controllo elettronico della stabilità DSC, da buona sportiva, nell’abitacolo spiccano i sedili e il volante sportivo, strumentazione e comandi stati completamente ridisegnati.

Lo stand del Salone di Ginevra 2012 sarà piuttosto completo, oltre ai sei modelli di listino, ci saranno tre nuove personalità, Baker Street e Bayswater, Highgate e Clubvan Concept, la gamma più ricca della storia del marchio. Gli ultimi ampliamenti della gamma di modelli che comprende nel frattempo ben 41 varianti, accontenta un po’ tutti i gusti, rispettando il tipico stile della Mini unito al puro divertimento di guida rimasto inalterato nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>