Kia Picanto, piccola, evoluta la nuova citycar a misura europea

di Blogger Commenta

 La prima serie della Kia Picanto si può archiviare come un successo, visto che in sette anni di carriera ha venduto nel mondo1,1 milioni di unità, 300 mila delle quali nel nostro continente. Il nuovo modello punta ancora più in alto, perchè si presenta con inediti contenuti. Le prospettive sono rosee anche in virtù del fatto che il segmento A è considerato in crescita in Europa almeno per i prossimi sei anni. Ma il vero asso nella manica della seconda generazione della Kia Picanto è che non è stata progettata in Corea come il vecchio modello, bensì in Europa, a Russelshelm, nei dintorni di Francoforte, dove lavora uno staff che conosce perfettamente il modo per avere successo sui nostri mercati.

I prezzi della Kia Picanto partono da 9.200 euro della versione mille in allestimento basem, un prezzo decisamente concorrenziale per un’automobile tutta nuova e con un motore raffinato. La versione più costosa è venduta a 12.050 euro. Novità molto interessante è la possibilità di avere, come su altri modelli Kia, la garanzia di sette anni o 150 mila chilometri, ce non decade nel caso di passaggio di proprietà dell’auto.

Sostanzialmente sono due i motori della Kia Picanto di seconda generazione, entrambi appartenenti alla serie Kappa di recentissima progettazione. Si tratta di un mille a tre cilindri da 69 cavalli e di una variante di questo tre cilindri con la potenza innalzata a 82 cavalli e la doppia alimentazione a benzina e GPL. Esiste pure un 1.200, sempre Kappa, ma a quattro cilindri e con potenza massima di 85 cavalli, che per il momento non sarà importato in Italia. I cambi sono manuali a cinque marce.

Tutte le nuove Kia Picanto hanno sei airbag, montanti dell’abitacolo rinforzati e barre antintrusione nelle portiere, il sistema HAC che mantiene l’auto frenata per qualche secondo quando si rilascia il pedale e che è molto utile nelle partenze in salita. C’è anche l’ESP, che è optional e non disponibile, nemmeno su richiesta, nell’allestimento più economico della gamma.

In condizioni normali, la capacità del bagagliaio della Kia Picanto è allineata a quanto offrono le concorrenti europee di pari dimensioni, 200 litri, abbastanza versatile grazie allo schienale posteriore ribaltabile anche parzialmente, 40/60 per cento che consente di raggiungere una capacità di 800 litri. Il portellone è abbastanza ampio, ma la soglia di carico è piuttosto alta da terra, per motivi di protezione dell’abitacolo in caso di tamponamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>