Cerchi in lega, leggeri, migliorano l estetica, ma sono molto delicati

di Blogger 1

Migliorano l’estetica ma basta un contatto accidentale e resta il segno che si può cancellare senza nemmeno spendere troppo

I pregi di un cerchio in lega leggera non si limitano all’effetto estetico, certamente migliore rispetto a quello della ruota in acciaio, con la coppa esterna in plastica. L’aspetto più significativo è il peso ridotto che favorisce la precisione di guida, oltre a un più efficace raffreddamento dei dischi freno. C’è pero il rovescio della medaglia: cioè la vulnerabilità del cerchio in caso di contatto con i marciapiedi, anche semplicemente in fase di parcheggio. Ogni minimo urto lascia infatti sui bordi e sulle razze graffi che sembra impossibile eliminare e che ne rovinano l’aspetto.

Soprattutto se i cerchi in lega sono pregiati, chi non rinuncia ad avere ogni dettaglio perfetto sulla propria auto può ricorrere alla rigenerazione effettuata nelle carrozzerie o nei centri specializzati. Si tratta di un intervento costoso, almeno 60/80 euro a ruota, perchè il procedimento è complesso. Inizia con la sabbiatura, operata per rimuovere integralmente la vernice; poi si passa al ripristino delle condizioni originali con l’applicazione del fondo, della vernice e del trasparente.

Tuttavia, si possono ottenere buoni risultati anche con procedimenti più semplici che vengono effettuati da alcuni gommisti. Il costo dell’operazione è decisamente più alla portata di molti automobilisti, dato che la spesa media è di 30 euro.

Prima di tutto, bisogna sottolineare che questo tipo di rigenerazione è efficace in caso di danneggiamento sui bordi esterni ed, eventualmente, sulle razze dai disegni più squadrati. Se i graffi fossero invece su una razza stondata del cerchio, il risultato non è garantito. Dipende dal fatto che il primo intervento, per pareggiare le superfici, si effettua con una lima che su una parte non piana diventa poco efficace.

Inoltre non è possibile lavorare sui cerchi in lega con aree diamantate, vale a dire con zone di contrasto nelle quali la vernice è stata eliminata con una fresatura. Tolte queste eccezioni, il lavoro garantisce risultati che soddisfano le aspettative. In particolare si tratta di versioni in color alluminio, che sono poi le più diffuse. A operazione terminata, l’aspetto del nostro cerchio in lega è molto vicino a quello di uno nuovo.

Commenti (1)

  1. Sicuramente i cerchi in lega sono più vulnerabili di quelli classici in acciaio, ma a livello di design, di prestazioni e (perchè no) di affidabilità non ci sono paragoni: ho sostituito i cerchi di serie della mia A3 con dei Rapide Matt Black di Makwheels e non mi sono mai, nemmeno per un secondo, pentito della mia scelta in quanto la guida è molto più semplice, ho maggior tenuta di strada e l’estetica è totalmente di un altro pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>