Ci si augura tutti di lasciare alle spalle questo lungo periodo di crisi, forse per questo al Salone di Detroit 2011 al via il 10 gennaio, ci sono più o meno i grandi marchi, mancano all’appello, ad esempio Ferrari, Lamborghini, Maserati, Nissan e Saab. Ci saranno, comunque, grandi protagoniste come GM, Ford e Chrysler. Dalla Chevrolet Sonic, la versione americana della nuova Aveo ed il GMC Sierra All Terrain HD concept. Ed ancora la nuova Chrysler 300, che in Italia arriverà con il marchio Lancia. Ford, invece, presenterà la nuova generazione della Kuga e la Ford Focus elettrica.

Come sempre la presenza tedesca è consistente, infatti, al Salone di Detroit 2011 BMW sarà presente con la nuova BMW Serie 6 cabrio e la cattivissima BMW Serie 1 Coupé M, dotata del potente sei cilindri in grado di erogare una potenza di 340 CV. Ed ancora la coupé Mini Paceman che arriverà sulle strade dal 2012, derivata dalla Mini Countryman con l’obiettivo di piacere ai giovani. Mercedes festeggerà i 125 anni, esporrà il restyling della Classe C. Una valangata di anteprime mondiali per Volkswagen, Audi svelerà la nuova generazione dell’Audi A6.

Al Salone di Detroit 2011, non saranno assenti neanche Honda con la nona generazione della Civic, la risposta della Toyota è l’inedita monovolume ibrida Prius, ed ancora l’originale Kia KV7, un crossover di medie dimensioni con portiere ad ali di gabbiano senza montante centrale, e Hyundai Veloster, nuova coupé a quattro posti, dalle linee intriganti, non ancora svelata nei particolari.

Se manca qualche marchio importante occidentale, i costruttori cinesi si fanno avanti al Salone di Detroit 2011, è il caso del marchio BYD che presenterà due anteprime la e6 Premier, versione riveduta e corretta dell’attuale monovolume e6, il cui arrivo dovrebbe essere per il 2012, e la sport utility Byd S6DM.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>