Nuovo Codice della Strada, tutte le novità e l’esito del primo week end con le nuove norme.

di Blogger 3

Il week end appena trascorso è stato di fuoco per le partenze e gli arrivi verso le località di villeggiatura, mare, montagna o altro, anche per chi si è concesso un solo fine settimana in concomitanza del Ferragosto, molto gettonati anche i valichi di frontiera, traffico intenso su tutte le strade ed autostrade italiane, dunque, con una novità, l’ entrata in vigore del nuovo Codice della Strada con nuovo norme che riguardano anche pedoni e ciclisti e, soprattutto, anche severi test antidroga.

Sono stati modificati 80 articoli rispetto al vecchio Codice della Strada, non tutte sono gradite dagli automobilisti, vediamone alcune, le più rilevanti.

Professionisti licenziati per alcol e droga
Entra in vigore la giusta causa per i professioni a cui viene sospesa la patente professionale a causa di alcol e droga che consente il licenziamento per giusta causa

Niente motorini e minicar per chi ha avuto la sospensione della patente
Divieto di guida anche per motorini e minicar per chi ha avuto la sospensione della patente, multe salate anche per chi li trucca, il proprietario pagherà una multa fino a 594 euro, non se la cava neanche il meccanico che ha eseguito il lavoro che potrebbe arrivare a pagare fino a 1.556 euro.

Testa Antidroga
Obbligatorio un test antidroga per chi vorrà prendere la patente, esteso anche ai conducenti di mezzi pubblici, taxi e camion. Pene dure anche per coloro colti alla guida in stato di ebrezza o sotto l’ effetto di droghe, in caso di morte di una o più persone si rischia fino a 15 anni di carcere. Più leggere le pene per chi viene sorpreso al volante sotto l’ effetto di alcol o droghe senza aver provocato incidenti, la pena detentiva o pecuniaria potrà essere sostituita, solo per una volta, ad un lavoro di pubblica utilità.

I punti della patente
Nel nuovo Codice della Strada cambiano le regole per la riduzione dei punti sulla patente, chi supera di oltre 10 fino a 40 km il limite il limite di velocità perderà solo 3 punti rispetto ai 5 di prima, la multa sarà di 155 euro. Dai 40 ai 60 km oltre il limite la sanzione sarà da 370 a 500 euro, ma i punti decurtati scendono a 10 a 6. Per chi supera il limite di oltre 60 km rimangono 10 punti prelevati ma la multa sale da 500 a 779 euro.

Le targhe diventano personali
Da oggi le targhe diventano personali, dunque, non dovranno più essere cedute all’ acquirente della propria auto.

Le nuove regole delle multe
Vediamo i beneficiari dell’ incasso delle multe, il 50% del ricavato delle multe andrà ai proprietari delle strade ed il 50% alle amministrazioni comunali o provinciali di riferimento. Possibilità di rateizzare le multe superiori ai 200 euro fino a 60 in caso di reddito interiore ai 10.628 euro. Le multe dovranno essere notificate entro 90 giorni.

Agevolazioni per i diversamente abili
Il nuovo Codice della Strada prevede delle agevolazioni per i disabili che vorranno acquistare una vettura.

Il Prefetto decide per chi ha la patente ritirata
Una novità nel nuovo Codice della Strada per coloro ai quali è stata ritirata la patente, il Prefetto potrà decidere se concedere tre ore al giorno per recarsi sul luogo di lavoro in caso di mancanza di alternative all’ auto o per accompagnare i propri familiari in ospedale. C’ è però un pegno da pagare, il Prefetto avrà la possibilità di prolungare il periodo di sospensione della patente, da un mese e mezzo senza le tre ore al giorno, a un mese e mezzo oppure due mesi con la possibilità di usare temporaneamente il veicolo.

Al ristorante il conto e l’ etilometro
Gli autogrill su strade ed autostrada hanno l’ obbligo di non vendere superalcolici dalle 22 alle 6, i clienti di ristoranti e locali pubblici potranno controllare il loro stato prima di mettersi alla guida grazie all’ etilometro di cui dovranno dotarsi i luoghi pubblici.
Nei locali pubblici è’ vietata anche la vendita degli alcolici dalle tre alle sei del mattino, unica eccezione Ferragosto e Capodanno, anche in questo caso obbligo di strumenti necessari per rilevare volontariamente il tasso alcolico.

I seggiolini dei bambini sul motorino
Sul motorino niente più seggiolini per i bambini dai 5 ai 12 anni, la norma sarà approvata da un decreto interministeriale che stabilirà le regole.
 
Cinture di sicurezza obbligatorie per le minicar
Il nuovo Codice della Strada introduce l’ obbligo delle cinture di sicurezza per tutti i passeggeri delle minicar che non potranno più essere truccate, multe più salate per proprietari e meccanici. arà necessario sostenere una prova pratica di guida anche per ciclomotori e minicar.

Camionisti, conducenti mezzi pubblici guidano fino a 70 anni
Questo stabilisce il nuovo Codice della Strada, salvo una visita medica annuale, obbligo estero anche ai conducenti di mezzi pubblici, autocarri, autotreni ed autoarticolati di massa superiore a 20 tonnellate.

La guida accompagnata con il Patentino per i 17enni
I minori che abbiano compiuto almeno 17 anni ed in possesso del Patentino potranno essere accompagnati da qualcuno in possesso di regolare patente adulto munito di patente B da almeno 10 anni, per esercitarsi alla guida. In caso di violazioni il foglio rosa viene ritirato e si dovranno aspettare i 18 anni per averne uno nuovo.
I neopatentati con patente B da meno di un anno potranno condurre veicoli con una potenzia che non superi i 55 Kw/t, con il limite assoluto di 70 Kw/t. (era previsto un limite di 50 Kw/t).

Limiti di velocità elevati fino a 150 km/h
Sulle autostrade i limiti di velocità potrebbero salire fino a 150 km/h solo in presenza sul tratto del tutor e solo in caso di condizioni meteorologiche favorevoli, chi lo sabilità è un mistero.

Nuove norme anche per la scuola guida
Nel nuovo Codice della Strada vengono inserite nuove procedure per sostenere gli esami di guida. La prova pratica non può più essere sostenuta prima di un mese dal rilascio del foglio roso e non possono essere sostenute più di due per ogni foglio rosa.

Più severi i controlli per l’ uso di droga
Più severi i test antidroga nel nuovo Codice della Strada, i neopatentati devono sottoporsi ad un testa molto restrittivo, se vengono fermati alla guida in uno stato anche lieve di alterazioni saranno multati e perderanno punti della patente. Il test è obbligatorio anche per i conducenti di bus, camion e taxi che dovranno rinnovare il documento di guida.

I ciclisti come gli automobilisti, salvaguardia dei pedoni
8 punti in meno sulla patenti di chi impedisce l’ attraversamento delle strisce pedonali, anche in caso di disabili, i pedoni non potranno attraversare le strade diagonalmente, piazze e larghi solo sulle strisce pedonali. Nuove norme anche per i ciclisti per i qual il Codice della Strada prevede l’ uso obbligatorio dei giubbotti catarifrangenti fuori dai centri abitati e in galleria.

Commenti (3)

  1. e cosa prevedono questi scienziati di legislatori per i gestori e manutentori delle strade tutte in stato di abbandono, piene di buche, avvallamenti, acqua alta quando piove?
    Queste situazioni generano più incidenti e morti di quelli dovuti a drogati, ubriachi, scemi di ogni genere alla guida. Ma di questo non si parla.

  2. Giusto, molto giusto quello che dice fulvioski. Dove c’è da recuperare soldi ci si inventa di tutto, dove c’è da rimettere soldi per giuste cause: strade dissestate, segnaletiche inesistenti su alcuni tratti stradali,ecc. ecc.ecc…..Vedo vigili urbani seduti comodamente in auto di servizio con il loro marchingegno montato sul cruscotto a rilevare limiti di velocità ad auto che li precedono (invece di controllare il traffico in qualche punto strategico di qualche strada pericolosa ad alta densità di traffico) e magari ritirarsi soddisfatti del loro operato. Questi codici anche se utili per molti versi è una fonte di guadagno e non di sicurezza. Evviva la Repubblica Italiana l’unico stato nel mondo dove la DITTATURA viene chiamata DEMOCRAZIA.Siamo solo padroni di respirare autonomamente nient’altro. BY GERRY

  3. Giusto, molto giusto quello che dice fulvioski. Dove c’è da recuperare soldi ci si inventa di tutto, dove c’è da rimettere soldi per giuste cause: strade dissestate, segnaletiche inesistenti su alcuni tratti stradali,ecc. ecc.ecc…. si spende ben poco e non pensano quando danno possano arrecare. Vedo vigili urbani seduti comodamente in auto di servizio con il loro marchingegno montato sul cruscotto a rilevare limiti di velocità ad auto che li precedono (invece di controllare il traffico in qualche punto strategico di qualche strada pericolosa ad alta densità di traffico) e magari ritirarsi soddisfatti del loro operato. Questi codici anche se utili per molti versi è una fonte di guadagno e non di sicurezza. Evviva la Repubblica Italiana l’unico stato nel mondo dove la DITTATURA viene chiamata DEMOCRAZIA.Siamo solo padroni di respirare autonomamente nient’altro. BY GERRY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>