Moltissime le novità, più di 80 i nuovi modelli, 250 le Case costruttrici

Il Salone di Ginevra 2009 apre domani, la kermesse svizzera è l’ unica manifestazione di questo tipo che si svolge, regolarmente, tutti gli anni nel cuore della Svizzera, inizierà domani per concludersi domenica 15 marzo. Saranno presenti molte novità, sembra che le nuove vetture siano più di 80, moltissime le case produttrici, anche d’ oltreoceano, che vi prenderanno parte, ma, anche, tante hanno dato forfait a causa della pesante crisi che sta attraversando il mercato automobilistico a livello mondiale. Grandi assenti alcune delle grandi Case asiatiche.

Al Palaexpo di Ginevra sono stati allestiti sette i padiglioni, con l’ ottimistica previsione di affluenza di 700 mila visitatori che, avranno l’ occasione di sbirciare le novità di ben 250 aziende espositrici. Come già preannunciato, ci sarà un intero padiglione dedicato ai veicoli ecologici, il Green Pavillion, accoglierà circa 10 espositori che avranno l’ opportunità di presentare i loro prodotti ecosostenibili.

Davvero tante le novità anticipate dalle Case costruttrici, spiccano, su molte le italiane Fiat 500 Cabrio, Alfa MiTo GTA e Ferrari 599 GTB Fiorano HGTE, ma anche la Germania non si fa desiderare con BMW Serie 5 GranTurismo, l’ elettrica Opel Ampera, la nuova generazione della Volkswagen Polo, la Mercedes Classe E Coupé, la Porsche 911 GT3, ma anche Renault e Skoda.

Hanno scelto Ginevra anche prestigiose Case inglesi come la Rolls-Royce, Bentley e Aston Martin con le prestigiose Vantage V12 e DBS Volante. Anche MINI sarà presente con le versioni Ray, chiave di accesso alla gamma della piccola 4 posti inglese. Altrettanto atteso il SUV francese Peugeot 3008 , e sempre d’ oltralpe la terza generazione della Renault Scenic e Grand Scenic.

Nuove generazioni anche per Nissan con la 370Z ed NV200, la Skoda con le nuovissime Yeti, Octavia GreenLine e Fabia Scout, Hyundai i20 a 3 porte, tutte presentate in anteprima al salone e, che, a breve distanza saranno sul mercato europeo.

C’ è da augurarsi che questo Salone Internazionale di Ginevra 2009, riesca in qualche modo, a risollevare le sorti di questo mercato fortemente in crisi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>