Fiat al Salone di Ginevra 2009 con la 500 Cabrio

di Blogger Commenta

La presentazione della nuova cabrio in anteprima mondiale

Fiat al Salone di Ginevra 2009, torna con la 500 Cabrio, che immetterà sul mercato da questa primavera al prezzo di 18.000 euro per la versione base, occasione imperdibile per gli amanti della guida a cielo aperto. La capote in tessuto è disponibile in tre colorazioni diverse, di cui due appositamente create, un brillante rosso perlato ed un particolare grigio caldo. L’ esclusività della capote che mantiere i vetri laterali quando è abbassata consente l’ uso dell’ auto in qualsiasi stagione dell’ anno.

La capote della Fiat 500 Cabrio, è l’ esempio più riuscito fra le cabrio, è l’ orgoglio Fiat, perché integra il lunotto in vetro e la terza luce di stop, non togliendo spazio al bagagliaio, nonostante le dimensioni siano minute come la versione normale. Questa cabrio rende omaggio alla vettura datata 1957 ma, nel contempo, propone, soluzioni meccaniche e tecnologie all’ avanguardia, ad esempio, la possibilità di accesso facilitato al bagagliaio anche quando la capote è in posizione di totale apertura.

Le motorizzazioni della Fiat 500 Cabrio sono il turbodiesel 1.3 Multijet da 75 CV i due benzina 1.2 da 69 CV e 1.4 da 100 CV, questi ultimi due disponibili con il classico cambio meccanico o il robotizzato Dualogic. La novità è l’ utilizzo per i tre propulsori della tecnologia “Start&Stop” che permette di spegnere temporaneamente il motore quando la vettura è ferma nel traffico e si mette in folle, consentendo minori consumi e minor inquinamento. Riparte subito inserendo la marcia.

La Fiat 500 Cabrio, è un’ icona dello stile italiano, uno degli esempi più riusciti nel segmento delle city car, confermando quindi l’ indiscussa leadership di Fiat in questo segmento dove gioca da sempre un ruolo da protagonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>