Renault e Nissan: nasce il primo V6 diesel per i primi 10 anni insieme

di Blogger Commenta

Un sodalizio vincente, milioni di auto vendute in tutto il mondo

Renault e Nissan, i loro primi 10 anni di successi, un sodalizio innovativo, che è risultato vincente, che è riuscito a non cambiare le loro identità, rimaste ben distinte, mantenendo inalterati i marchi francese e nipponico, senza accavallamenti.

L’ alleanza Renault – Nissan ha avuto una potenza di vendita di più di 6 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo, ponendo il binomio al quarto posto tra i gruppi auto del pianeta. A dare inizio ai festeggiamenti per il decimo anniversario è stata la progettazione e realizzazione del loro primo motore V6 diesel, che sarà introdotto su vetture alto di gamma proprio dall’ inizio di quest’ anno.

Il debutto è avvenuto sulla Renault Laguna Coupé, e, trattantosi di un propulsore molto versatile, potrà essere montato, indifferentemente, sia su berline che su SUV, sia su coupé sportivi e che su station wagon, su tutti i marchi Renault, Nissan e Infiniti.

Ma le sorprese non sono finite, il V6 diesel, avrà la possibilità di essere montato sia longitudinalmente sotto il cofano, come per molti veicoli Nissan e Infiniti, che trasversalmente come sulla gamma Laguna.

Saranno dotate di questo nuovo motore, tra gli altri, Nissan Pathfinder e Navara e le gamme Infiniti EX e FX. Un innovativo 6 cilindri 3.0 turbodiesel common rail, costato investimenti per 180 milioni di euro, per una produzione che in Francia a Cléon.

Gli iniettori piezoelettrici a 7 fori, sono una delle caratteristiche del nuovo V6 dCi 3.0, che funzionano alla pressione di 1.600 bar. Di grande potenza, sviluppa 235 CV a 3.500 giri/minuto, ma su alcuni modelli sarà potenziato a 265 CV, mentre la coppia massima di 450 Nm è disponibile fin dai 1.500 giri. Un motore economico e poco inquinante: nel ciclo combinato gli servono 7,2 litri di gasolio per fare 100 km ed emette 192 g/km di CO2 nell’atmosfera, bassissimi anche i livelli di emissione degli ossidi di azoto, grazie ad una speciale trappola anti-NOx, e delle polveri sottili, ovviamente è presente il filtro antiparticolato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>