Volkswagen Golf VI: la sesta generazione fra tradizione ed evoluzione

di Blogger Commenta

Volkswagen Golf VI: la sesta generazione fra tradizione ed evoluzioneLa sesta generazione di Golf si evolve pur rispettando la continuità di un’ icona che ridefinisce standard sempre più elevati, lasciando inalterati i concetti che l’ hanno resa famosa in oltre 34 anni di commercializzazione e 26 milioni di auto vendute delle precedenti cinque generazioni.

Una Nuova Golf perfezionata in ogni aspetto.

Sicurezza: La Nuova Golf ha in dotazione un pacchetto di sicurezza completo: sette airbag, incluso quello per le ginocchia del guidatore, appoggiatesta anteriori dotati di sistema di protezione contro il colpo di frusta (WOKS), assolutamente innovativo e ESP, programma elettronico di stabilizzazione, capace di interagire con lo sterzo, fino al cruise control ACC che mantiene la distanza di sicurezza.

golf interniComfort da fuoriclasse: Dispositivi di assistenza alla guida, Park Assist con telecamera posteriore, DCC, regolazione adattiva dell’assetto, che adatta continuamente le sospensioni in funzione delle condizioni stradali oppure l’innovativo cambio DSG disponibile a 6 o 7 marce, pensati per rendere più piacevole la vita a bordo e confortevole la guida. Chiaramente alcuni equipaggiamenti sono disponibili con sovrapprezzo.

Tutta la gamma Nuova Golf è in linea con la normativa Euro 5, le motorizzazioni Diesel sono nuovi TDI con alimentazione common rail. L’ introduzione di motori Diesel e Benzina sempre più puliti, riducono i consumi senza penalizzare le prestazioni. Facciamo alcuni esempi: il 2.0 TDI 140 CV percorre oltre 20 km con 1 litro e l’1.4 TSI 160 CV con cambio DSG 7 marce consuma solo 6 litri per 100 km.

Per concludere, possiamo dire che la Nuova Golf è un perfetto connubbio tra piacere di guida e rispetto per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>