Bridgestone, nuova mescola “Multicell” per l’inverno

di Redazione Commenta

bridgestone-rif-multicell.jpg
Bridgestone introduce nuovi standard con la mescola a ‘tubo’ Multicell. Nel 1997 Bridgestone ha rivoluzionato i pneumatici invernali non chiodati con l’introduzione della tecnologia a mescola Multicell, basata sul fatto – spesso sconosciuto agli automobilisti – che ciò che rende il ghiaccio scivoloso è il calore dell’attrito del pneumatico in rotazione quando si scioglie lo strato superiore di ghiaccio, causando una pellicola sottile e fangosa di acqua che produce aquaplaning. L’esclusiva mescola Multicell di Bridgestone è caratterizzata da minuscole particelle che assorbono questa pellicola d’acqua, proprio come una spugna, e forniscono maggiore aderenza su superfici ghiacciate. Ora Bridgestone ha sviluppato una mescola a ‘tubo’ Multicell di nuova generazione che funziona ancor meglio. Le particelle presentano dei micro-canali (simili a piccoli tubi) che hanno la funzione di espellere l’acqua in maniera più veloce, fornendo un miglior contatto tra il pneumatico e la superficie. Inoltre, le particelle mantengono la mescola morbida, contribuendo a realizzare prestazioni più lineari e costanti sul ghiaccio per tutta la durata del pneumatico. Questa tecnologia caratterizza il Blizzak DM-Z3 4×4 e permette di realizzare prestazioni superiori nelle tipiche condizioni invernali estreme – con maneggevolezza, frenata, accelerazione e trazione sul ghiaccio superiori del 15% rispetto al suo predecessore.

Continua richiesta di pneumatici invernali non chiodati 4 x 4
La crescente diffusione dei veicoli 4×4 e l’introduzione della legislazione dei pneumatici invernali nei mercati nordici ha accresciuto la richiesta di pneumatici invernali non chiodati ad elevate prestazioni. La richiesta di pneumatici invernali 4×4 è aumentata vertiginosamente da 100.000 a più di 500.000 unità all’anno negli ultimi cinque anni e questa tendenza sembra destinata a continuare, poiché gli automobilisti si aspettano elevate prestazioni anche in condizioni climatiche particolarmente avverse.

DM-Z3 4×4
Il pneumatico Bridgestone Blizzak DM-Z3 aumenta le prestazioni grazie alle nuove tecnologie dei pneumatici invernali In aggiunta alla nuova mescola a ‘tubo’ Multicell, Bridgestone ha progettato nuovamente l’ampio e direzionale profilo del battistrada, per massimizzare le prestazioni sul ghiaccio e sulla neve.

Tecnologia di Simulazione della Neve
Proprio come la tecnologia di idro-simulazione – utilizzata con successo all’interno dei laboratori di ricerca di Bridgestone nella progettazione dei pneumatici Bridgestone Potenza da bagnato utilizzati in Formula Uno – questo procedimento al computer progetta configurazioni ottimali prima della produzione e dei test in pista. Utilizzando per la prima volta la tecnologia di Simulazione della Neve, gli ingegneri hanno potuto misurare in maniera più precisa la distribuzione della forza trasversale sulle superfici innevate, determinando pertanto la sistemazione ideale delle scanalature sul pneumatico.

Migliore resistenza alle forze laterali
L’area di contatto più efficace tra il pneumatico e la superficie stradale fornita dalla mescola a ‘tubo’ Multicell è stata resa più ampia grazie all’utilizzo della Tecnologia 3D Crank Sipe. Sostituendo il tradizionale incavo zigrinato, il nuovo strato fornisce un’area di contatto più consistente, anche attorno agli incavi, quando le forze laterali sono applicate al pneumatico.

Migliore aderenza sulla neve
Il pneumatico Blizzak DM-Z3 ha aumentato la forza di penetrazione sulla neve grazie alla progettazione del Bordo di Bloccaggio 3D, con una piattaforma nella parete scanalata. Questa piattaforma aumenta la pressione esercitata sia dal bordo di bloccaggio ‘anteriore’, sia dal bordo d’uscita, per produrre maggiore presa e aderenza sulle superfici innevate.

Elevato attrito sul ghiaccio quando il pneumatico è nuovo
Le particelle spugnose della mescola Multicell non sono completamente esposte quando il pneumatico è nuovo ed è necessaria un’usura minima del battistrada per produrre un effetto pieno. Per compensare, il Blizzak DM-Z3 è progettato con micro-scanalature Riblet per assicurare un’effettiva espulsione della fanghiglia e un’elevata aderenza sul ghiaccio quando il pneumatico è appena montato.

Accattivante e robusto design della spalla
Rispecchiando la prestazione del pneumatico e la posizione di Bridgestone nel segmento dei pneumatici premium, il Blizzak DM-Z3 presenta una spalla dall’aspetto aggressivo progettata per gli amanti di veicoli 4×4. Maggiori prestazioni comprovate in test rigorosi. Un dettagliato programma di test svolto con temperature rigide e condizioni estreme ha mostrato che il Blizzak DM-Z3 fornisce migliori prestazioni sul ghiaccio e prestazioni bilanciate di elevato livello sulla neve. Test comparativi con il Blizzak DM-Z2 (Mitsubishi Pajero con pneumatici 265/70R16) hanno mostrato un’accelerazione sul ghiaccio superiore del 15% (m/sec), mentre la frenata sul ghiaccio (da 40 a 0 km/h) con ruote bloccate richiede il 14% in meno di metri. I test svolti sulla neve hanno mostrato la superiorità del nuovo pneumatico rispetto al precedente Blizzak DM-Z2 sia in accelerazione sia in frenata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>