Rally di Sardegna, novità il 2009!

di Redazione Commenta

srr_logo_web.jpg
Cos’è piaciuto di più della scorsa edizione? Le risposte in un sondaggio effettuato tra i concorrenti che l’hanno vissuta. Intervistati, i piloti hanno stabilito che il Sardegna Rally Race 2008 è stato “fantastico”. Ecco le principali motivazioni del giudizio:
Percorso vario e tecnico. È un elogio alla scelta dei tracciati ed alla loro tipologia, le cui caratteristiche non trovano riscontro in nessun’altra prova del Mondiale.
Road Book complesso e difficile, uno strumento fondamentale di grande gratificazione per i piloti e di esaltazione dell’agonismo del Rally.
Scenario. Qui il merito va alla Sardegna. Paesaggi magnifici, varietà dei contesti geografici, natura stupenda. I privilegi di una Terra incantata.
Sicurezza. Per le sue caratteristiche di percorso e di navigazione, il Sardegna Rally Race è un rally sicuro. Il più sicuro del Mondiale. Velocità massime notevolmente ridotte rispetto alle prove africane, e servizio medico “linkato” direttamente con le infrastrutture ospedaliere dell’Isola. Ambulanze ed elicotteri.
Tensione agonistica. Nessun altro rally resta così aperto fino alla fine. Merito della scelta dei percorsi e delle difficoltà di navigazione introdotte con un road book studiato nei minimi dettagli.
Accessibilità. Uno degli atout indiscussi. Il Sardegna Rally Race è la prova più economica del Campionato del Mondo. Dunque una occasione unica per i partecipanti dei tornei nazionali minori e più in generale per tutti quegli appassionati che per lunghi anni hanno sognato di farvi parte.

E le critiche? Per nostra fortuna nessuna di rilievo. Un ottimo e preciso suggerimento è però arrivato dal vincitore della 1° edizione del Sardegna Rally Race: Cyril Despres ha dichiarato che con prove speciali più lunghe il Sardegna Rally Race diventerebbe il “Rally perfetto”.
Abbiamo accontentato il due volte vincitore della Dakar e tutti coloro che hanno manifestato lo stesso desiderio: il Sardegna Rally Race 2009 avrà anche le prove speciali “lunghe”. La dinamica organizzativa di queste ultime resta, per il momento, un piccolo segreto (perchè è anche un’idea geniale che darà ulteriore “leggibilità” al Rally in chiave storica). Come promesso Bike Village svelerà il piccolo segreto nel mese di Gennaio.

Ulteriori miglioramenti e affinamenti del Sardegna Rally Race sono fisiologici e strettamente legati alla crescita dell’esperienza organizzativa di Bike Village ed all’evoluzione di un evento off-road dalla formula vincente. I piloti seguiranno infatti un nuovo percorso di cinque tappe, in gran parte inedito, studiato per offrire ai partecipanti una “visione” molto ampia dell’Isola, da Nord a Sud, da Est ad Ovest.

Date e costi
15 marzo: Termine ultimo iscrizione a tariffa ridotta A, €1.800,00-Pilota
15 aprile: Termine ultimo iscrizione a tariffa ridotta B, €2.000,00-Pilota
10 maggio: Termine ultimo iscrizioni. Tariffa piena, €2.400,00-Pilota

Programma
27 maggio: Verifiche tecniche ed amministrative. Prologo
28 maggio: 1a Tappa. San Teodoro-Arbatax
29 maggio: 2a Tappa. Arbatax-Arborea (Coast to Coast)
30 maggio: 3a Tappa: Arborea-Arborea (Ad anello, verso il Sud ed il Sulcis)
31 maggio: 4a Tappa: Arborea-Alghero
1° giugno: 5a Tappa: Alghero-San Teodoro
1° giugno: Cena di Gala e Cerimonia di Premiazione del Sardegna Rally Race 2009.

Via | Motorionline.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>