MotoGP – Spagna: I commenti dei protagonisti

di Redazione Commenta


Daniel Pedrosa ha fatto il Valentino Rossi del Mugello! Nel suo granpremio di casa il “piccolo” spagnolo, grande in pista, ha disputato la gara che più preferisce. E’ partito bene, ha passato Casey Stoner, ed ha condotto da solo sino al traguardo. Tempi impossibili per tutti, anche per Valentino Rossi che partito nono ha recuperato sino al secondo posto animando un granpremio anonimo a causa della prestazione superba di Daniel Pedrosa.

Daniel Pedrosa:
Sono molto felice di questa vittoria, i miei ringraziamenti vanno a tutte le persone che lavorano con me. Oggi è stato anche molto importante per il campionato, ho guadagnato cinque punti anche se vi sono ancora molte gare davanti a noi, così abbiamo bisogno di essere regolari. Abbiamo avuto alcuni problemi in qualifica qui per cui il mio team ha fatto un piccolo adeguamento prima della gara che ha migliorato la moto e mi ha aiutato a tenere un gran ritmo. Ancora una volta devo ringraziarli. Mentre ero in moto potevo vederli “spingermi” e ad un certo punto ho perso un po’ di concentrazione e poi però l’ho ripresa spingendo al massimo. Ora abbiamo due giorni di prove che saranno molto importanti per le prossime gare.”

Valentino Rossi:
Credo sia stata una gara abbastanza buona! Da tanto tempo non si assisteva a una bella battaglia per le prime posizioni: oggi ho lottato con Stoner come un anno fa, ma per il secondo posto anziché per la vittoria! Quest’anno l’ho spuntata io, e sinceramente sono molto contento di questo risultato. Dopo tre gare quasi perfette, ieri per noi è stato un giorno molto duro, ma nella notte abbiamo tenuto una riunione molto importante grazie alla quale oggi siamo stati in grado di essere più competitivi. Il mio obiettivo era il podio, per cui il secondo posto è eccellente. Ora vorrei rivedere la gara in TV, perché oggi mi sono divertito molto compiendo molti sorpassi, con la mia M1 e le Bridgestone che hanno lavorato bene fino in fondo. Una volta superato Stoner ho provato a staccarlo, ma non è stato possible, quindi ho capito che sarebbe stata una battaglia fino alla fine. Pedrosa oggi è andato molto forte, e credo sia impossibile dire se sarei riuscito a rimanere con lui se fossi partito più avanti sullo schieramento. Siamo stati penalizzati dalla posizione di partenza: scattando dalla terza fila, è stato impossibile raggiungere un Pedrosa così veloce. Considerate le circostanze sono molto contento di aver perso soltanto cinue punti su di lui, siamo ancora al comando del campionato e ho corso una gran gara, quindi sono soddisfatto! Domani effettueremo dei test e credo che sarà interessante verificare cosa è successo durante il weekend in modo da progredire in vista della gara di Donington. Grazie a tutto il team, e congratulazioni a Dani.

Casey Stoner:
Eravamo molto fiduciosi del set up per la gara e pensavamo che oggi avrei potuto girare su tempi molto buoni. Avevo fatto anche un pensiero alla vittoria ma, per qualche ragione, fin dal primo giro ho cominciato a perdere il posteriore in entrata di curva. Questo mi ha fatto perdere fiducia perché, soprattutto su questa pista, ci sono un sacco di punti dove si entra in curva frenando. Nella condizione in cui ero invece ho mancato spesso il punto giusto di frenata, ho fatto diversi errori, e Dani se n’è andato. Ho cercato di girare attorno al problema e ho ricominciato un po’ alla volta a fare tempi discreti ma intanto Valentino si è avvicinato. C’è stato qualche bel sorpasso, in alcuni punti eravamo incollati ma sapevo che c’erano sezioni in cui, in circostanze diverse, avrei potuto essere più veloce. Sfortunatamente, quando stai lottando con un pilota del suo valore, tutto deve funzionare a dovere e oggi non era il nostro caso. Non è stata una gran giornata e non sono soddisfatto del modo in cui ho guidato, ma alla fine non è nemmeno il caso di lamentarsi troppo di un podio. Adesso abbiamo un test importante e lavoreremo per risolvere le difficoltà che abbiamo avuto.

Andrea Dovizioso:
Una bella gara che mi soddisfa molto, sotto tanti punti di vista! Sin dalle prove ho fatto diverse simulazioni di partenza per essere pronto allo scatto, e al via ho recuperato molte posizioni, tanto che nel primo giro ero già secondo, ma Dani era veramente veloce. Sono riuscito a rimanere in gruppo con Valentino e Casey e giravo sul loro stesso passo; il livello di competizione è stato molto alto e quando Valentino ha passato Stoner io ho perso mezzo secondo che non sono riuscito a recuperare nonostante il mio tempo sul giro non fosse calato. Ho terminato quarto, come in Qatar ma il valore di questa gara è differente. A Doha era la mia prima gara in MotoGP mentre ora ho acquisito più esperienza ed è giusto ambire a risultati migliori. Se non avessi perso quel mezzo secondo avrei potuto lottare per il podio e la soddisfazione sarebbe stata maggiore. Però sono contento perchè anche quando mi sono trovato da solo ho mantenuto il ritmo. Voglio ringraziare il mio Team e i nostri Partner tecnici per il risultato di oggi. Dobbiamo continuare su questa strada per risalire la classifica.

Via | Motograndprix.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>