Formula 1 – Canada: I commenti dei protagonisti

di Redazione Commenta


Il Granpremio del Canada si è chiuso con la vittoria del duo BMW al termine di una gara animata da errori, rotture ed imprevisti. La casa tedesca tuttavia ha meritato questo successo perché se da un lato la competitività delle monoposto è ancora lievemente inferiore a McLaren e Ferrari, dall’altra la consistenza del team e dei piloti, soprattutto Kubica, si mostra sempre più palesemente gara dopo gara. Per questo, la vittoria di ieri era nell’aria e probabilmente altre ce ne saranno prima della fine del campionato.
Ecco i commenti dei protagonisti che nel granpremio di ieri, nel bene e nel male, hanno acceso l’entusiasmo degli appassionati.

Robert Kubica
Sono molto contento di aver vinto la prima gara del team BMW Sauber F1. Sono anche felice per la Polonia e tutti i miei fans. E’ stato molto difficile correre per me. Sono partito sul lato sporco della pista e Kimi Raikkonen mi ha quasi superato, ma sono riuscito a tenerlo dietro. Il momento dell’entrata in pista della safety car e’ stato sfortunato per me, perche’ volevo rientrare ma sono apparse le bandiere gialle circa tre secondi prima, quindi ho dovuto continuare. Quando la pitlane, quasi tutti sono rientrati insieme. Mi sono fermato all’uscita perche’ il semaforo era ancora rosso. Kimi si e’ fermato accanto a me, e poi ho sentito il rumore dell’incidente di Hamilton che ha urtato la sua vettura. Devo essere grato a Lewis che ha urtato Kimi e non me. Dopo questo pit stop sono rimasto bloccato dietro i piloti su una sola sosta e ho perso molto tempo. Timo Glock e’ stato l’ultimo a fermarsi e allora ho potuto spingere. Ho avuto solo otto giri per portare il vantaggio a 21 secondi, e’ stata una grande sfida. Alla fine sono riuscito ad avere un vantaggio di 24 secondi, il che significa sono riuscito a restare davanti a Nick. Da quel momento e’ stata un po’ piu’ facile, anche sera molto facile fare un errore, in particolare a causa dell’asfalto distrutto in alcuni punti. Ma e’ andato tutto bene e sono semplicemente felice!

Nick Heidfeld:
Congratulazioni a Robert per la vittoria in questa gara, l’ha davvero meritata! Ho fatto una brutta partenza e perso una posizione a vantaggio di Barrichello. Fortunatamente sono stato in grado di passarlo, e da quel momento in poi sono stato uno dei piloti piu’ veloci in pista. Sono rimasto fuori quando la maggior parte delle vetture ha rifornito in quanto ero su uno stin lungo. Stavo spingendo davvero a fondo in quella fase. Quando ho deciso di passare ad una strategia ad una sosta, con un alto carico di carburante e con gomme morbide e’ stata una sfida. Comunque, sono stato in grado di tenere Fernando Alonso dietro di me. Dopo il suo secondo stop Robert e’ rimasto davanti quindi mi sono assicurato il secondo posto. Finire secondo partendo dall’ottavo posto e’ un grande risultato, soprattutto considerando il periodo difficile che ho attraversato di recente. Grazie ai ragazzi a Hinwil, che hanno costruito per me un nuovo telaio dopo l’incidente con Alonso a Monaco!

Lewis Hamilton:
Prima del mio pit stop tutto stava andando nel giusto verso. Non e’ stato un grande pit stop per me. Ho lasciato la mia postazione ed ho visto che Kubica e Raikkonen avevano lasciato i box prima di me. All’improvviso si sono fermati e non sono risucito ad arrestare la macchina e ad evitarli. E’ un peccato quando accadono queste cose. Sono stato competitivo tutto il weekend e lascio Montreal con la fiducia sul nostro pacchetto che ci permettera’ di lottare per il Mondiale.

Felipe Massa:
Difficile esprimere le mie sensazioni dopo una gara del genere. Da una parte sono deluso perché, senza il problema al rifornimento, avrei potuto combattere per un posto sul podio. Dall’altra sono contento di aver portato a casa quattro punti al termine di una gara molto difficile, corsa su un asfalto in condizioni davvero pessime. Una volta in fondo al gruppo ho provato a rimontare ma all’ultimo, quando ero dietro Glock, non sono riuscito a passarlo e poi non volevo correre il rischio di finire fuori pista dopo tutta la fatica fatta per arrivare fino a li’. Voglio fare le mie congratulazioni a Kubica e alla BMW: hanno lavorato davvero bene e si meritano questo successo. Sono molto forti ma credo che noi stiamo lavorando nella giusta direzione, come si e’ visto dal livello della nostra prestazione odierna.

Nico Rosberg:
La partenza e’ stata fantastica. Ho passato Alonso alla curva 1 e gli stavo andando via, e non stavo perdendo troppo da Massa. Poi c’e’ stato l’incidente in pitlane, una vera sfortuna. Poi ho provato a passare Vettel visto che era davvero necessario, ma sono uscito dalla linea pulita e sono andato largo e Heikki Kovalainen mi ha passato. Ora mi concentrero’ sulla prossima gara in Francia dove spero ovviamente di ottenere un risultato migliore.”

Kimi Raikkonen:
C’e’ poco che possa dire. La mia gara e’ stata rovinata dall’errore di Hamilton. Chiaro, si puo’ sbagliare, com’e’ successo a me due settimane fa a Monaco, ma un conto e’ commettere uno sbaglio a oltre duecento all’ora, un altro e’ tamponare una vettura ferma al semaforo rosso. Non sono arrabbiato perché non serve a niente esserlo: non cambia mica il risultato! Sono dispiaciuto, perché avevo ottime possibilita’ di vittoria. La macchina, una volta sparito il graining sulle gomme, andava molto bene. Sono rimasto a secco in queste due ultime gare ed e’ ora di ricominciare a vincere. Il campionato e’ ancora lungo ed equilibrato e abbiamo tutto per recuperare il terreno perduto.

Via | F1grandprix.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>