Greenpeace: necessario impegno dell’Europa per efficace legislazione sulle automobili

di Redazione Commenta

 Paesi come la Germania e la Svezia spingono affinché all’industria automobilistica sia consentito di produrre auto con peso elevato e alte emissioni di CO2. Secondo Greenpeace, al contrario, i ministri dovrebbero comprendere che assecondando le richieste della lobby delle case automobilistiche – come già il cancelliere Angela Merkel ha fatto – ridurrebbero la capacità dell’Europa unita di raggiungere gli obiettivi di Kyoto. “Il cancelliere tedesco si è espresso in modo deciso sui cambiamenti climatici“, dichiara Andrea Lepore, responsabile della campagna Trasporti e clima di Greenpeace Italia, “ma di fronte alla necessità di prendere provvedimenti concreti in Germania, sia lei che il ministro dell’Ambiente, Sigmar Gabriel, hanno fatto un passo indietro”.
Greenpeace chiede all’Unione europea di resistere alle pressioni dell’industria automobilistica e di stabilire obiettivi vincolanti non solo per il 2012 (i 120 g di CO/km di cui sopra), ma anche per il 2020 (80 g di CO/km). Questi standard devono essere fatti rispettare con il ricorso a pesanti sanzioni, e non diventare funzionali alla lobby tedesca, proponendo trattamenti speciali per i produttori di automobili pesanti. “I ministri europei devono avere il coraggio di fare le scelte giuste e necessarie per combattere il riscaldamento globale“, dichiara Giuseppe Onufrio, direttore delle emissioni di CO2 : “Gli sforzi per evitare le peggiori conseguenze dei cambiamenti climatici in atto non possono essere indeboliti dagli interessi di una parte economica“.
Greenpeace sostiene l’appello di Ban Ki Moon, nella Giornata Mondiale dell’Ambiente, a ridurre le emissioni di CO2 ed invita l’Europa a dare prova del suo impegno con una efficace legislazione sulle automobili.

Via | Greenpeace

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>