MotoGP – Shanghai: I commenti dei primi tre classificati

di Redazione 1


Dopo un granpremio esaltante che ha visto il ritorno al successo di Valentino Rossi ed una stoica impresa di Jorge Lorenzo (giunto quarto), abbiamo raccolto i commenti dei primi tre piloti classificati, Rossi appunto, Daniel Pedrosa ed un “ritrovato” e deluso Casey Stoner che ha chiuso al terzo posto.

Valentino Rossi:
Dopo sette gare tornare a vincere è una bella sensazione: sono molto contento! Questo è un risultato molto importante per noi, soprattutto perché sono stato in grado di guidare come volevo dall’inizio alla fine, è stato un vero divertimento. Ho battagliato con Pedrosa, che mi ha seguito da vicino spingendomi a girare in 1’59” fino alla fine: è stato incredibile! Durante tutto il weekend abbiamo sperato che la pioggia non arrivasse, perciò questa mattina eravamo piuttosto delusi, poi però abbiamo notato che la pista si stava asciugando, e abbiamo pregato che si asciugasse del tutto: siamo stati fortunati! Abbiamo lavorato molto bene con la Bridgestone: assieme ai loro tecnici abbiamo cambiato le gomme per la gara all’ultimo momento ed abbiamo effettuato la scelta giusta perché hanno funzionato bene fino alla fine, come dimostrano i miei tempi! È un bel momento per noi anche perché è la nostra prima vittoria con la Bridgestone: per questo voglio ringraziarla. Siamo stati veloci sin dal venerdì mattina; passo dopo passo abbiamo trovato il set-up perfetto e oggi questo duro lavoro ci ha ripagati. In quattro gare ci sono stati quattro vincitori diversi: ciò dimostra quanto sia competitivo il campionato. Adesso dobbiamo continuare così perché i nostri rivali sono molto vicini. Lorenzo ha fatto una gran gara, perciò è stata una grande giornata per tutti. Grazie al mio team e alla Yamaha: è bello essere qui di nuovo.”

Daniel Pedrosa:
Sono molto contento per il risultato di oggi. Speravamo che ci fosse una gara asciutta, quindi finire secondo oggi è fantastico, e sono venti punti in più per il campionato. Durante i primi giri ho iniziato con cautela, perché non sapevo esattamente in che condizioni era la pista, però poi io e Valentino abbiamo iniziato a marcare il ritmo estremamente alto. Giro dopo giro l’abbiamo incrementato. Io avevo vantaggio nella parte centrale del circuito, lui era più veloce nel primo è nell’ultimo parziale. I miei pneumatici Michelin hanno funzionato davvero bene, e abbiamo giro a un ritmo record durante tutta la gara. Oggi il vento soffiava più forte e il motore alzava i giri, per cui negli ultimi giri ho preferito essere più conservatore, assicurarmi la seconda posizione e la leadership del campionato.

Casey Stoner:
A dire la verità sono molto deluso perchè so che oggi avremmo potuto fare meglio di così. La moto andava davvero benissimo in prova e per questo eravamo convinti di aver trovato il set-up ideale. Poi invece abbiamo cambiato un paio di cose ed il nostro pacchetto semplicemente non era più altrettanto valido. In partenza sono scattato bene ma arrivato alla prima curva non sono riuscito a girare e Colin (Edwards) mi ha passato. Questa è stata un po’ la storia di tutta la gara. Anche se giro dopo giro il mio ritmo è aumentato ero troppo indietro e comunque non sarebbe stato sufficiente per restare con i due davanti. Sono deluso di come è andata: non tanto per il terzo posto che non è male ma per il gap dal primo. So che possiamo far meglio e ci lasceremo questo risultato alle spalle immediatamente.

Commenti (1)

  1. Viaggiare in India con Bobby Manchanda, e la sua agenzia di viaggio Tour Passion a Nuova Delhi.Per un viaggio di lusso, per la scoperta del Rajasthan, o per un’avventura in India, potete viaggiare con Bobby Manganda e la sua agenzia di viaggio Tour Passion a Nuova Delhi. Tour Passion è raccomandata dalle guide turistiche del Routard, dall’ultimo libro del filosofo Michel Onfray, (dal sito ufficiale del fotografo Marcello Gambini,… ?) Tour Passion inoltre vi garantisce una risposta veloce in italiano.

    http://www.indiaviaggi.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>