BMW Motorrad insieme alla Facoltà del design del Politecnico di Milano per il progeto “Strade più sicure”

di Redazione Commenta

 BMW Motorrad insieme alla Facoltà di Design del Politecnico di Milano con il patrocinio dell’ANCMA e la collaborazione del Centro Studi Sicurezza Stradale di 3M ha lanciato il progetto “Strade più sicure”. Gli studenti della Facoltà di Design del Politecnico di Milano sono chiamati a confrontarsi sul tema della sicurezza dei motociclisti nelle aree urbane e a proporre delle soluzioni innovative. La sicurezza è uno dei valori fondamentali cui si ispira BMW Motorrad ed è visibile nella tecnologia implementata nelle proprie motociclette, nell’abbigliamento (Rider Equipment) e nelle attività volte a migliorare la sicurezza del motociclista. BMW è alla continua ricerca di ausili innovativi alla sicurezza, dall’ABS – è stata la prima casa motociclistica ad offrire questo sistema di sicurezza nel 1988 – al sistema di controllo della trazione (ASC), passando per l’abbigliamento tecnico e gli accessori quali caschi, paraschiena e il nuovissimo Neck Brace System.
La motocicletta è sinonimo di libertà e divertimento per assaporare questi elementi è però necessario ed imprescindibile che il motociclista impari a gestire la propria moto e a conoscerne il comportamento in condizioni critiche. BMW Motorrad all’interno dei servizi al motociclista offre loro una scuola di guida on road, la “BMW Motorrad Riding Academy” e la scuola off road “BMW Motorrad GS Academy”, obiettivo di queste due scuole è aumentare la sicurezza del motociclista per aumentare la sua voglia e il divertimento in moto.

La tecnologia, la capacità di gestire la propria moto, un abbigliamento adeguato ed un comportamento corretto alla guida sono i fondamenti della sicurezza, in certi casi alcuni elementi estranei possono però essere fonte di pericolo. Dall’analisi dei dati sull’incidentalità stradale delle due ruote in Italia emerge che circa l’80% degli incidenti avviene in città ed a velocità ridotta. Le principali cause sono imputabili, oltre alla disattenzione o imperizia degli attori coinvolti, alle condizioni del manto stradale, alla segnaletica orizzontale e verticale, all’illuminazione della sede stradale.
Proprio in quest’ottica nasce la collaborazione con la Facoltà del Design del Politecnico di Milano.

Gli interventi progettuali hanno un duplice obiettivo complementare:
– Analizzare l’ambiente urbano, evidenziare situazioni di pericolo legate a mancanza, inefficienza o obsolescenza della segnaletica verticale e/o orizzontale, dell’illuminazione, del manto stradale e degli accessori urbani non adeguati, da un lato aumentare la sicurezza attiva per ridurre le possibili cause di caduta.
– Dall’altro lato in caso di caduta minimizzare i danni che possono scaturire da eventuale impatto del motociclista con elementi infrastrutturali non adeguati.

Nel mese di novembre un gruppo di 60 studenti suddivisi in gruppi di 3 lavoreranno su questo tema. I concept verranno presentati entro fine novembre per essere analizzati e valutati dai docenti e dai tecnici coinvolti nell’iniziativa. I migliori progetti saranno al centro del successivo workshop che si terrà nella primavera del 2008.

Via | MotoriOnLine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>