Molte incertezze sul 2009 di Valentino Rossi

di Redazione Commenta


Valentino Rossi, dopo aver conquistato cinque titoli consegutivi nella top class, per il secondo anno di seguito ha perso il confronto con la concorrenza di Honda e Ducati. Rispetto alle sconfitte rimediate negli ultimi due mondiali Rossi ha fatto capire chiaramente che parte delle responsabilità sono da attribuire alle scelte operate in Giappone dalla Yamaha.
Infatti, nelle sue ultime dichiarazioni, il pesarese ha lasciato intendere che il 2008 potrebbe essere il suo ultimo anno con la casa dei tre diapason qualora la Yamaha adottasse una politica di sviluppo ancora troppo conservativa.
Valentino, infatti, pretende per il suo team e per se stesso, una moto che sia al passo con la concorrenza. Ducati quest’anno, almeno dal punto di vista motoristico, ha surclassato le case giapponesi in lungo ed in largo, trovando cavalli e potenza laddove la concorrenza ancora arrancava in cerca di contenere i consumi nuovamente limitati dalla federazione. Ricordiamo che la Yamaha, la moto apparentemente meno potente del lotto, ha adottato il richiamo pneumatico delle valvole solo a fine stagione e senza superare con certezza i problemi di affidabilità che l’impiego di tale soluzione ha comportato.
Insomma, Rossi non l’ha mandato a dire: la Yamaha deve cambiare passo, oppure, a fronte di un’altra stagione di scarsa competitività, guarderà altrove!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>